Motion Graphic

14.07.2020
  1. Vedi tutti

OBIETTIVI FORMATIVI

Al termine del laboratorio gli studenti dovranno:
– conoscere i concetti basilari e i termini propri del motion design;
– saper leggere, interpretare e analizzare una sequenza animata;
– essere in grado di progettare, pianificare e realizzare una breve animazione digitale.

CONTENUTI DELL’INSEGNAMENTO

Modulo 1 – Teoria e progettazione

1. Introduzione
– Motion (graphic) design: una definizione
– Storia del Motion Design
– Diventare motion designer
2. Strumenti, tecnologie e tecniche
– Le tecnologie
– L’immagine in movimento
– Anatomia di un fotogramma
– Le tecnologie
3. Dall’idea alla consegna
– Il processo
– Il Creative Brief
– Le funzioni del progetto
4. La fase creativa
– Lo sviluppo del concept
– La scrittura
– Il disegno
5. Strumenti di progettazione
– L’importanza dei riferimenti
– Mood Board
– Progettazione l’immagine
– Style Frames
6. Strumenti di progettazione
– L’importanza dei riferimenti
– Mood Board
– La ricerca dello stile
– Style Frames
7. Il racconto per immagini
– Le inquadrature
– I movimenti di macchina
– Lo storyboard
8. Unire le immagini
– La continuità
– I raccordi
– Le transizioni
9. Presentare il progetto
– Presentazioni e Pitching
– Il trattamento
10.La lavorazione
– Organizzazione del progetto
– I 12 principi dell’animazione
– Il suono

Modulo 2 – Tecnica e strumenti

1. Adobe After Effects
– Introduzione al software
– Principali utilizzi
– Struttura dell’interfaccia
2. I fotogrammi
– Le composizioni
– Utilizzo dei fotogrammi chiave
– Metodi di interpolazione dei fotogrammi chiave
– L’editor grafico
– Movimenti e tracciati (orientamento automatico)
3. Maschere e Mascherini
– Le maschere
– Mascherini Alpha
– Mascherini Luma
4. Tipologie di livelli
– L’oggetto nullo (e l’utilizzo delle gerarchie)
– I livelli di regolazione (e l’uso degli effetti)
– I livelli di testo (e l’utilizzo dei preset di animazione)
– I livelli forma (e relativi modificatori)
5. Strumenti di animazione avanzata
– Introduzione allo strumento perno marionetta
– Le espressioni
– Lo spazio 3D
– Animare sfruttando la parallasse

METODI DIDATTICI
Il corso prevede lezioni teoriche interattive e partecipative suddivise in due principali aree tematiche; durante le lezioni è prevista la visione e l’analisi di diversi esempi e casi studio, nonché lo svolgimento di esercitazioni pratiche legate ai diversi temi affrontati e, in generale, alla progettazione e alla realizzazione di una sequenza animata. Durante il corso gli studenti saranno inoltre chiamati ad illustrare alla classe l’elaborato oggetto della prova d’esame nelle sue diverse fasi di lavorazione.

MODALITÀ DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO
L’esame prevede l’ideazione, la progettazione e la produzione di un breve video animato, da realizzare singolarmente o in gruppo entro la fine delle lezioni. La realizzazione della sequenza, unita allo svolgimento degli esercizi assegnati durante il corso, darà modo agli studenti di dimostrare la conoscenza del linguaggio, delle regole e degli strumenti propri della materia.