Psicologia dell’arte

14.07.2020
  1. Vedi tutti
  1. La psicologia e l’Arte, tra filosofia e psicologia.
  2. L’arte e l’estetica del Bello, la dimensione edonica del piacere, l’arte e l’appeal della sua forza seduttiva.
  3. Dinamiche cognitive dell’Arte: la capacità di percepire, di dare significato e le preferenze estetiche soggettive.
  4. La percezione sensoriale, perché le attività sensoriali contribuiscono in maniera così disuguale alla costruzione dell’esperienza estetica.
  5. L’Arte come laboratorio di nuove forme di comunicazione.
  6. L’atto creativo, psicologia dell’artista (analisi e comprensioni dei linguaggi artistici di alcuni autori).
  7. Laboratori di percezione sensoriale e sinestesie.

Il ciclo di lezioni si terrà nell’arco del secondo semestre e si concluderà con un esame orale. La frequenza al corso è obbligatoria per i laboratori esperienziali. L’esame, che fornisce i crediti formativi, verterà sui contenuti della parte bibliografica e sulla conoscenza degli argomenti affrontati durante le lezioni frontali ed esperienziali.
Il corso si articola su due aree tematiche di riferimento. La prima tratta i principali costrutti della psicologia che permette allo studente di orientarsi e di familiarizzare con le peculiarità inerenti la psicologia dell’arte. La seconda area d’indagine verte sugli studi della percezione che riguardano il funzionamento dei sensi e le reazioni innescate negli esseri umani dagli stimoli sensoriali. Questa elaborazione dei dati sensoriali è un processo attivo e creativo che costituisce l’esperienza sensoriale dell’ambiente circostante, un’esperienza che si trova alla base di come percepiamo e decodifichiamo il mondo. I processi percettivi sono strettamente correlati ed inseparabili da altre facoltà cognitivi come l’attenzione, la memoria, il ragionamento, le emozioni.
Tale approccio prevede la conoscenza da parte dello studente dei seguenti testi e di alcune esperienze durante i laboratori sensoriali.
E.R.Kandel, 2012, L’età dell’inconscio, arte, mente e cervello, dalla grande Vienna ai nostri giorni, Milano, Raffaello Cortina Editore.
Ernst Gombrich, 1992, Freud e la psicologia dell’arte, stile, forma e struttura alla luce della psicanalisi, Torino, Piccola Biblioteca Einaudi.
U. Eco (a cura), 2018, Storia della bellezza, Firenze, Bompiani.
Giorno di ricevimento: giovedì dalle 17.00 alle 18.30 preferibilmente su appuntamento.